6.5.11

Pan di spagna classico


Ingredienti:

- 80g di farina 00
- 80g di fecola di patate Molino Chiavazza
- 5 uova
- 1 bustina di vanillina per i dolci
- 150g di zucchero

Preparazione:

Per la preparazione del pan di Spagna, dividete gli albumi dai tuorli  mettendoli in due ciotole grandi separate; iniziate a sbattere con l'aiuto delle fruste elettriche, i tuorli con metà dello zucchero fino ad ottenere un composto spumoso, gonfio e di colore giallo chiaro.
Sbattete ora, dopo aver pulito molto bene le vostre fruste, anche gli albumi  e dopo circa 5 minuti quando saranno già abbastanza gonfi e bianchi, aggiungete il restante zucchero e proseguite a montare ancora per qualche minuto (il trucco per sapere se i bianchi sono montati a neve davvero ferma sta nell'inclinare leggermente la ciotola usata, se il composto scivola ancora vuol dire che non è pronto, al contrario se è ben montato non si muoverà dalle pareti della vostra ciotola).
Unite gli albumi montati ai turli montati e a questo punto aggiungete la farina e  la fecola di patate setacciate insieme con la vanillina, versandole nel composto tramite un setaccio per far si che non si formino grumi.
Mescolate il tutto con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo, facendo attenzione a non smontarlo.
Imburrate e infarinate per bene una teglia rotonda o rettangolare e versate l'impasto al centro dello stampo livellandolo per bene. Fate preriscaldare il forno a 180° e infornate il vostro pan di spagna per almeno 35-40 minuti senza mai aprire il forno nella prima mezz'ora di cottura. Estraete lo stampo dal forno e fate raffreddare il pan di spagna nello stampo prima di aprirlo. 

Importante:

Ricordate, prima di tutto, che una volta infornato il pan di spagna, il forno non andrà più aperto fino a cottura terminata pena lo sgonfiarsi della torta.
Per controllare la cottura del vostro pan di spagna, passati i 40 minuti, dovete bucare il centro della torta con uno stuzzicadenti: se allo stuzzicadenti resterà attaccata della pasta allora significa che il pan di spagna non è ancora cotto.

Inoltre, per non fare sgonfiare il pan di spagna, una volta cotto, lasciatelo raffreddare per 10 minuti nel forno spento.
Una volta pronto, potete tagliare il vostro pan di spagna, orizzontalmente e farcirlo con delle creme, oppure tagliarlo a quadrotti e farcirlo a piacimento o mangiarlo semplice.

7 commenti:

  1. Irina, te ha quedado de lujo, que rico tiene que estar. Besitos.

    RispondiElimina
  2. Brava, l'originale senza lievito. Anche io lo faccio così. Per velocizzare il lavoro di montatura dei tuorli con lo zucchero io aggiungo 2 cucchiai di acqua bollente. Il risultato non cambia e si lavora un po' meno!

    RispondiElimina
  3. Interessante questa ricetta :)

    RispondiElimina
  4. Sai che non ho ancora utilizzato il pan di spagna in nessun dolce che ho preparato?? Strano ma vero! E quando mi servirà anzichè comprarlo pronto come pensavo magari seguo le tue indicazioni..grazie!

    RispondiElimina
  5. bello, veramente bellissimo.

    RispondiElimina
  6. Per anni ho fatto il pandispagna senza lievito (ottimo) ma poi mi sono lasciata "corrompere" e lo faccio con il lievito.
    Mi hai fatto venire il desiderio di rifarlo senza lievito. Complimenti,perfetto.

    RispondiElimina
  7. Torniamo alle basi! ottimo! amo il pan di spagna... lo voglio rifare anche io!

    RispondiElimina